Tutti gli articoli e le recensioni sono protetti da Copyright.  Nessuna parte può essere utilizzata o riprodotta senza  consenso scritto. Qualsiasi abuso verrà segnalato e  perseguito a norma di legge. ShareMind di Pietro Meloni - Via Taranto 178 00182 Roma - P.IVA 03333240137
CNC Metalworking
La realizzazione di oggetti per fresatura, ed in generale per asportazione di materiale è una tecnica antica di oltre 3000 anni. Partire da un blocco di grezzo e rimuovere il materiale in eccesso sino a raggiungere la forma desiderata è probabilmente tuttora il metodo più veloce in assoluto per arrivare al risultato. Certamente la fusione, lo stampaggio, l’elettroerosione, lo spin casting sono tecniche più efficaci e probabilmente meno costose per la produzione di volumi: ma presuppongono delle fasi preliminari (ad esempio, la realizzazione di uno stampo) o dei macchinari la cui complessità e costi ne inibiscono l’impiego per basse tirature. Senza contare che per alcuni materiali, in particolare quelli organici, spesso non possono essere stampati o fusi. La tendenza degli ultimi decenni a privilegiare la produzione in serie ha prodotto, anche riguardo alle macchine fresatrici CNC, lo sviluppo di sistemi sempre più veloci e potenti, affiancati da tecniche e tecnologie software più evolute. L’aumento della produttività delle macchine di recente generazione ha tuttavia influenzato negativamente i costi di acquisto e di esercizio dei sistemi. Il risultato è che, in un momento di negativa congiuntura economica, molte officine si trovano a disporre di mezzi con potenzialità produttive (e costi di gestione) spropositati rispetto alla richiesta del mercato. Il primo campo di impiego delle macchine della linea Metalworking è quindi legato alla produzione in micro e mini tirature di parti e componenti meccanici, come conveniente alternativa (ove dimensioni delle parti e tecnologie di lavorazione lo consentano), rispetto ai grandi centri di lavoro. Del resto, il paragone è presto fatto: con il costo di un centro di lavoro di medie capacità, è possibile acquistare 10 piccoli sistemi Metalworking. Lo stesso rapporto riguarda i costi di manutenzione ed energetici. Ma la produttività di 10 mandrini da 2Kw, che possono contemporaneamente eseguire particolari diversi, in diversi casi può essere ben maggiore rispetto a quella di un singolo mandrino da 20Kw. Quindi minori investimenti, minori costi di esercizio e manutenzione, maggiore produttività. E i campi applicativi non si fermano qui. Le caratteristiche, la semplicità d’uso ed i costi delle macchine Metalworking le rendono adatte anche a: Hobbisti evoluti Artigiani Piccole officine meccaniche Studi tecnici Laboratori di ricerca Modellismo dinamico Prototipazione funzionale Armieri Stampisti Produttori di elettrodi Coniatori Incisori (su acciaio)            
Struttura Struttura Mandrino Mandrino Guide Guide Viti Viti Assi Assi Sicurezza Sicurezza Accessori Accessori Caratteristiche Caratteristiche Impieghi Impieghi