modo 601
Inizialmente apparso come una Cenerentola nell’agguerrito scenario dei modellatori 3D, modo è in breve tempo divenuto il leader indiscusso tra gli applicativi basati su tecnologia SDS. Già alla terza revisione modo si presentava come una suite articolata, contentente tutto il necessario per sviluppare complessi modelli freeform, ed ottenere sofisticate rappresentazioni visive, attraverso rendering e animazioni. L’ambiente di lavoro, totalmente personalizzabile, includeva già allora un contesto di modellazione, sculpting artistico, painting 3D, UV map editor, rendering e animazione. Le successive release (ora siamo alla versione 5), oltre ad un significativo incremento delle performance, hanno visto la pubblicazione di svariati kit dedicati (HDRI, Lightning, Pack, Automotive, etc.), oltre ad una grande vastità di strumenti di training e formazione, librerie di oggetti 3D e materiali, etc. Fortemente caratterizzato per sviluppare al massimo la comunicazione visiva (illustrazioni, visual prototyping, campagne marketing e pubblicitarie, impatto ambientale) grazie al sofisticato, veloce e potente motore di rendering, modo può contare, a differenza della stragrande maggioranza dei modellatori SDS, di una funzione pressochè esclusiva: la possibilità di “congelare” le geometrie ricavate attraverso lo sculpting, il displace e vector mapping, ed ottenere in questo modo vere e proprie geometrie 3D. Queste geometrie, esportate nei convenzionali formati poligonali (es. OBJ) possono essere lavorate con sistemi CNC e macchine per prototipazione additiva, per ricavare modelli con incredibili livelli di dettaglio.
Modello come appare sullo schermo (Advanced OpenGL). Immagini o filmati realizzati con il modello apparirebbero molto dettagliati, ma la geometria reale è in realtà molto semplificata rispetto a quanto appare sullo schermo.
Il corrispondente modello reale, come verrebbe realizzato da un sistema di prototipazione. La maggior parte dei modellatori SDS producono modelli reali con questo grado di dettaglio geometrico (sfaccettatura).
Modello “suddiviso” e “congelato” da modo, come verrebbe realizzato da un sistema di prototipazione. Il dettaglio e la qualità delle superfici, comparati con il modello a sinistra, sono considerevolmente migliori.
geometrie “reali”!!
Tutti gli articoli e le recensioni sono protetti da Copyright.  Nessuna parte può essere utilizzata o riprodotta senza  consenso scritto. Qualsiasi abuso verrà segnalato e  perseguito a norma di legge. ShareMind di Pietro Meloni - Via Taranto 178 00182 Roma - P.IVA 03333240137