Tutti gli articoli e le recensioni sono protetti da Copyright.  Nessuna parte può essere utilizzata o riprodotta senza  consenso scritto. Qualsiasi abuso verrà segnalato e  perseguito a norma di legge. ShareMind di Pietro Meloni - Via Taranto 178 00182 Roma - P.IVA 03333240137 Peculiarità Modello 3D Geometrie 2D Lavorazione Foglio lavorazione Simulazione Postprocessor Video percorsi troncoidali Video Roll-in Video raccordi spigoli interni Video interpolazione elicoidale
Peculiarità tecnologiche Alcune tra le funzionalità tecnologiche di SprutCAM includono: lavorazione troncoidale, approcci roll-in, raccordi negli spigoli, interpolazione elicoidale, finitura del materiale residuo, forma opzionale del grezzo, impostazione di zone di lavorazione e restrizione, riconoscimento automatico fori e possibilità di ignorare automaticamente i fori. Le funzioni automatiche includono: Controllo di taglio in tutti gli stadi del calcolo del percorso utensile Compilazione dei parametri per una nuova lavorazione basata sull’analisi del modello di lavorazione Minimizzazione dei movimenti “in aria” Generazione di punti di foratura per l’ingresso fresa Determinazione dei punti di approccio ottimali per lavorazione di curve 2D e 3D Separazione delle aree lavorate e residue con due diversi metodi Generazione di strategie complesse, composte e combinate Finitura 3D (skeleton) degli spigoli interni durante lavorazioni di incisoria VCarving con determinazione delle aree residue Approssimazione opzionale del percorso usando linee ed archi all’interno di una tolleranza specificata Generazione di schede di lavorazione Calcolo delle modalità di taglio Calcolo del tempo di lavorazione Percorsi troncoidali Il sistema consente la lavorazione troncoidale in alcune parti del percorso, utilizzando movimenti aggiuntivi costituiti da archi. Questo metodo consente di ridurre considerevolmente la lunghezza dei programmi NC in contrasto con il classico metodo cicloide, e garantisce minime variazioni nello sforzo di taglio, con una serie di benefici. Approcci Roll-in L’approccio è un elemento chiave per ridurre le vibrazioni, migliorare la finitura e prolungare la vita utile dell’utensile. SprutCAM offre svariate tipologie di approccio, inclusa la tecnica di Roll-in, che risulta una tra le più efficaci per migliorare la produttività. Lavorazione delle aree residue Le lavorazioni aree residue consente di individuare e processare automaticamente le zone nelle quali è presente del materiale residudo dopo lavorazioni precedenti. Raccordi negli spigoli Nel sistema è presente una funzione che consente di raccordare il percorso utensile nella lavorazione di spigoli interni. Questo accorgimento minimizza le vibrazioni e il logorio della macchina e dell’utensile. Questo logorio si verifica in quanto le repentine variazioni di direzione richiedono che la macchina effettui una brusca frenata prima della variazione, e una altrettanto brusca accelerazione dopo. E’ sufficiente immaginare quanto risulti difficile, in termini di inerzia, frenata e accelerazione, effettuare una curva esattamente a novanta gradi con un’automobile. Il problema viene risolto introducendo un raggio di raccordo, che “ammorbidisce” la variazione di direzione. Interpolazione elicoidale L’approccio classico nella lavorazione di grandi fori o superfici interne di cilindri sfrutta l’interpolazione circolare. SprutCAM, in alternativa a questa tecnica (naturalmente comunque disponibile) offre la più avanzata interpolazione elicoidale, che comporta benefici nella qualità di finitura, minore sforzo, durata dell’utensile. Aree residue Le lavorazioni di aree residue permettono di restringere il percorso utensile solo alle aree nelle quali è presente del materiale residuo dopo lavorazioni precedenti. Il sistema consente sia la determinazione di queste aree attraverso lavorazioni “virtuali” dopo una determinata lista di utensili, sia come modello geometrico risultante dalla sottrazione booleana tra il modello finale e il modello residuo dopo precedenti lavorazioni. La determinazione delle aree residue viene effettuata automaticamente dal sistema. L’uso delle lavorazioni di aree residue riduce considerevolmente i tempi di lavorazione nelle parti complesse, ed evita all’operatore input addizionali. Forma opzionale del grezzo In aggiunta alla possibilità di definire il grezzo come barra, parallelepipedo, cilindro o grezzo da fusione (con sovramateriale rispetto al modello geometrico), o grezzo come estrusione di curve chiuse, il sistema permette la formazione del grezzo attraverso l’importazione di modelli geometrici di qualsiasi forma. Impostazione delle zone di restrizione e di lavorazione SprutCAM consente di imporre restrizioni spaziali alla lavorazione, definendo zone di restrizione nelle quali la lavorazione non è ammessa, o zone di lavorazione (all’esterno delle quali la lavorazione non è ammessa). Queste zone possono essere definite attraverso curve chiuse, superfici o solidi. Questa funzione consente con facilità di definire, attraverso l’importazione di modelli geometrici, staffaggi, morse ed altri elementi di fissaggio di qualsiasi tipo. Possibilità di ignorare automaticamente i fori Quando vengono lavorate superfici che contengono dei fori (non necessariamente circolari), il sistema consente di ignorarli (per venire eseguiti in seguito con lavorazioni specifiche di foratura). E’ sufficiente definire il diametro del disco che copre integralmente i fori. Riconoscimento automatico dei fori Il sistema è in grado di rilevare automaticamente i fori e i loro parametri (coordinate del centro, diametro, profondità) in un modello. Il riconoscimento viene controllato definendo l’intervallo di diametri dei fori ricercati.  
Home Prodotti Servizi News - Blog Contatti Partner ShareMind Registrazione eShop